Cerca un cantiere o un modello
      
  Sono presenti sul sito 129 visitatori
  Barche a vela (196) , a motore (375)
   
  Ultime imbarcazioni inserite
  Imbarcazioni a vela
  Imbarcazioni a motore
  Comprare o vendere una barca
  Divise per cantieri
  Inserire un'imbarcazione
  Assicurazioni risparmio Yacht
  Check List
  Directory Nautica
  Biografie
  Storia, geografia e fantasia
  L'Arte di navigare
  Sulle imbarcazioni
  Normative
  Meteo
  Archivio fotografico
  Video imbarcazioni
  Archivio vela
  Archivio motore
  Recensioni
  Tools
  Disclaimer
 

Author Alessio Floris


  Alessio Floris
 

Home page del sito AFYACHT Vendita imbarcazioni da diporto usate Imbarcazioni a motore usate Imbarcazioni a vela usate Inserisci la tua imbarcazione Contatta AFYACHT

Seppia

Immagine del pesce del mediterraneo: Seppia

Seppia, nomi dialettali: I nomi dialettali usati in letteratura per indicare questa specie sono: Seppia imperiali, Siccia (Calabria) Seccia, Seccetèlla (Campania); Sòipa (Emilia); Seppia, Sepa (Friuli Venezia Giulia); Seppia (Lazio); Sepia, Seppia (Liguria); Seccia, Siccia (Puglia); Siccia, Pruppusiccia (Sicilia); Sippia, Sepia (Sardegna); Seppia (Toscana); Sèpa, Sepa de porto (Veneto).

Seppia, descrizione: La Seppia è un Mollusco con corpo (mantello) ovale, a forma di sacco appiattito, che sormonta 10 appendici. Ai lati del mantello, sono presenti due pinne ed all'interno l'osso di seppia, che è una conchiglia calcificata.L'osso ha estremità appuntite, di cui una con una piccola spina non evidente esternamente e strie di accrescimento. Nella parte superiore del mantello, è situata una piccola sacca con un liquido (nero di seppia) che la Seppia espelle per nascondersi all'aggressore, se si sente minacciata. Gli occhi sono grandi e provvisti di membrana cornea trasparente; la bocca, munita di un becco, è circondata da 10 appendici (8 braccia, più corte e 2 tentacoli, più lunghi e retrattili).Le braccia hanno sull'intera faccia interna 4 serie di ventose, presenti nei tentacoli solo all'estremità a forma di clava (5-6 serie).Le ventose sono internamente formate da anelli concentrici, con i più grandi nella serie mediana. In età adulta, i maschi sono più numerosi, dal momento che dopo la riproduzione si verifica una notevole mortalità nelle femmine. La colorazione del dorso è molto variabile dal bruno-nerastro al giallastro, con striature chiare più o meno evidenti. La superficie ventrale è biancastra ed iridiscente. Sul dorso del mantello, sono presenti speciali cellule che permettono variazioni di colorazione (cromatofori), utilizzati per trasmettere segnali (corteggiamento, accoppiamento, lotta tra maschi, ecc.) e per mimetizzarsi con il fondale. La vita della Seppia mediterranea varia da 18 - 30 mesi. La lunghezza massima raggiunta nel Mediterraneo è 35 cm (comune da 15 a 25 cm).

Seppia, una ricetta:

RISOTTO NERO DI SEPPIA: Preparazione: 1. Diluire il nero di seppia con un mestolo di brodo. Aggiustare di sale e pepe. 2. Cuocere i Risoni nel forno a 220°C per 8 minuti, aggiungendovi il brodo al nero di seppia. Togliere dal forno e stendere in una teglia per raffreddare. 3. Cuocere la zucca nel latte con sale, pepe e le foglioline di menta, frullando il tutto quando sarà cotto. Cuocere gli asparagi in padella con olio, burro, sale, pepe e acqua. Saltare i gamberi in padella con olio, burro, sale e pepe a fuoco alto. Passare alla fiamma, spellare i peperoni e tagliare a strisce. 4. Saltare le seppie tagliate a listarelle fini in padella a fuoco alto per 2 minuti e unirle ai Risoni ormai raffreddati. 5. Saltare in padella i Risoni con le seppie, quindi disporli a forma piramidale sui singoli piatti, già coperti da uno strato di crema di zucca, eventualmente servendosi di uno stampino. Decorare adagiando i gamberi sulla sommità dei Risoni e quattro strisce di peperoni sui lati, infine disporre gli asparagi sul letto di crema di zucca..




 

                         

   
   
Home Email
Copyright © 2007 AFYACHT All rights reserved.