Cerca un cantiere o un modello
      
  Sono presenti sul sito 61 visitatori
  Barche a vela (196) , a motore (375)
   
  Ultime imbarcazioni inserite
  Imbarcazioni a vela
  Imbarcazioni a motore
  Comprare o vendere una barca
  Divise per cantieri
  Inserire un'imbarcazione
  Assicurazioni risparmio Yacht
  Check List
  Directory Nautica
  Biografie
  Storia, geografia e fantasia
  L'Arte di navigare
  Sulle imbarcazioni
  Normative
  Meteo
  Archivio fotografico
  Video imbarcazioni
  Archivio vela
  Archivio motore
  Recensioni
  Tools
  Disclaimer
 

Author Alessio Floris


  Alessio Floris
 

Home page del sito AFYACHT Vendita imbarcazioni da diporto usate Imbarcazioni a motore usate Imbarcazioni a vela usate Inserisci la tua imbarcazione Contatta AFYACHT

Rana pescatrice

Immagine del pesce del mediterraneo: Rana pescatrice

Rana pescatrice, nomi dialettali: La Rana pescatrice è anche chiamata Rospo. I nomi dialettali disponibili in letteratura sono: Rospo marino (Abruzzo); Piscatrice (Calabria); Piscatrice nera, Rattale (Campania); Diavolo de mar, Rospo de fango (Friuli Venezia Giulia); Giudìo, Martino (Lazio); Gianello, Giudio (Liguria); Rospo grosso (Marche); Piscatrice (Puglia); Piscatrixi (Sardegna); Magu, Diavuli di mari (Sicilia); Boldrò, Bordrò (Toscana); Dia-volo de mar, Pesce rospo (Veneto).

Rana pescatrice, descrizione: La Rana pescatrice è un Pesce osseo di medio-grandi dimensioni e di aspetto inconfondibile. La testa è appiattita ed allargata, come la parte anteriore del corpo, e di forma ovale (vista dall'alto), mentre il tronco è conico. La bocca è molto ampia e con mascella inferiore (mandibola) prominente. I denti robusti, molto acuti e rivolti verso l'interno sono in un'unica serie nella mascella superiore e in due in quella inferiore. Gli occhi sono situati al centro della parte superiore della testa. Sulla testa e sul corpo sono sparse numerose spine. Le spine di maggiori dimensioni sono presenti in coppie (la prima più corta) ai lati del bordo superiore della bocca e anteriormente alle pinne pettorali. La pelle è priva di squame e viscida.Le pinne dorsali sono due.La pinna dorsale anteriore ha il primo dei sei raggi isolato (illicio), che è situato al centro del margine superiore della bocca, molto allungato, con l'estremità allargata e divisa in due lobi e frangiata. La seconda pinna dorsale è presente nella metà posteriore del troncoLa colorazione del dorso è bruna, con sfumature violacee, olivacee o giallognole. Il ventre è biancastro. Le pinne sono più scure del dorso, in particolare quelle pettorali che hanno la parte inferiore nera.La Rana pescatrice può raggiungere i 2 m di lunghezza ed i 40 kg di peso, comuni sono gli individui di 20 - 100 cm.

Rana pescatrice, una ricetta:

ZUPPA IN CROSTA DI RANA PESCATRICE: 4 gamberoni / 4 moscardini / 100 g di vongole sgusciate / 16 cozze con il guscio / 400 g di rana pescatrice già pulita / 100 g di porro / uno scalogno / 60 g di burro / un bicchierino di Cognac / due bicchieri di vino bianco / prezzemolo / aglio / maggiorana / alloro / peperoncino / olio / sale e pepe / 4 pomodori a pezzettini / una confezione di pasta sfoglia. In una padella fare appassire lo scalogno tritato nell'olio, aggiungere i gamberoni lavati e asciugati, una foglia di alloro, un pizzico di sale e mescolare. Bagnare con il bicchierino di Cognac e lasciar cuocere per dieci minuti aggiungendo eventualmente un pochino di acqua calda. Quando saranno cotti, sgusciarli e mettere le code in un piatto. In un'altra pentola soffriggere nell'olio, con il porro e il prezzemolo tritati, i moscardini (se fossero troppo grossi tagliarli a pezzetti), salare, spruzzare di vino bianco, aggiungere i pomodori e il peperoncino, mescolare poi ricoprire di acqua calda e lasciar cuocere per trenta minuti. In un'altra padella far saltare, con aglio e olio, la rana pescatrice tagliata a dadini e le vongole, salare leggermente poi bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco e far cuocere per quindici minuti. Colare i pesci dal loro sugo e suddividerli in zuppierine individuali da forno. Nel brodo rimasto aggiungere una noce di burro impastata con un pò di farina e cuocere per cinque minuti, poi versare il brodetto nelle zuppierine e spolverizzare con il prezzemolo e la maggiorana tritati. Stendere la pasta sfoglia piuttosto sottile, tagliare quattro pezzi e coprire le zuppierine. Mettere in forno a 220 °C per 10-15 minuti. Servire subito..




 

                         

   
   
Home Email
Copyright © 2007 AFYACHT All rights reserved.