close_cookie_law

AFYACHT


Tutti quelli che possiedono o hanno posseduto un'imbarcazione sanno quanto siano importanti la manutenzione ordinaria e la cura nell'utilizzo. Una barca mantenuta in perfetta efficienza garantirà al momento opportuno la massima affidabilità.

Checklist da compilare:

- Analisi dello scafo
- Controllo degli impianti
- Strumentazione
- Motore
- Albero e vele
- Tek in coperta
- L'osmosi di un'imbarcazione
- Valutare un motore marino


Tutto quello che ho in barca




Analisi dello scafo:

Controllare all'interno dell'imbarcazione: le sentine, i collegamenti tra paratie e scafo, le ordinate, l basamenti dei motori, il punto di appoggio dell'albero, l'attacco del bulbo e del timone. Da notare che eventuali riparazioni a seguito di rotture dello scafo sono più evidenti all'interno della costruzione. E' utile rimuovere a campione l'antivegetativa applicata così facendo si può conoscere parte della storia della barca per esempio eventuali applicazioni di fondi epossidici e non.
Gli scafi in vetroresina possono presentare delaminazione, un grado eccessivo di umidità interna e osmosi.
Gli scafi in legno fasciame, ordinate, bagli da sostituire o semplicemente da ricollegare.
Gli scafi in acciaio fasciame con spessori non più adeguati e fenomeni di corrosione dovuta a corrente galvanica.
Gli scafi d'alluminio infine possono presentare un affaticamento delle saldature e nei punti di forza.

Impianti:

impianto idraulico e impianto elettrico vanno verificati nel corretto funzionamento e nella attualità delle soluzioni, pompe di sentina, autoclavi, impianti di smaltimento delle acque nere, movimentazioni idrauliche, verricelli, condizionatori .... un buon impiantista può verificare tutto e preparare un preventivo per gli eventuali interventi da eseguire. Personalmente conosco ottimi artigiani che in questi anni hanno dimostrato correttezza e competenza.

Strumentazione:

Con l'avvento dell'elettronica la strumentazione di bordo, come in altri campi, diventa velocemente obsoleta e se l'acquirente è appassionato di navigazione strumentale sicuramente la aggiornerà secondo gli standard attuali. L'elettronica è comunque facilmente verificabile nel funzionamento e nelle prestazioni rese. In genere o funziona o è da sostituire con un modello nuovo.


Sala macchine Yacht




Motore:

prima di mettere in vendita l'imbarcazione chiediamo al nostro meccanico di fiducia, meglio se riconosciuto dalla casa costruttrice, di effettuare un check delle condizioni. Di questa analisi potrà beneficiare l'acquirente verificandola tramite una visita ed una eventuale prova in mare. Per l'acquirente è fondamentale fare questa verifica con il meccanico che seguirà la barca una volta comprata. Eventuali analisi dell'olio tramite spettrografia possono essere illuminanti.

Albero e vele:

Controlliamo la qualità e le condizioni di usura di tutta l'attrezzatura velica. Particolare attenzione all'età del sartiame, alla base dell'albero, alla corrosione galvanica, al corretto funzionamento di eventuali sistemi avvolgibili manuali o motorizzati. Una visita in testa d'albero è d'obbligo.

Il Tek in coperta:

bello anzi bellissimo ha purtroppo vita breve ed in genere su una barca o è da rifare o è stato appena rifatto. Preventivi variabili a seconda della qualità dell'applicazione e dello spessore utilizzato spesso disorientano sia il proprietario sia l'acquirente. Una scelta giusta ed equilibrata può essere proposta dal consulente che indicherà a seconda del tipo di barca il rifacimento più idoneo.


Ponte in teak