Cerca un cantiere o un modello

      
  Sono presenti sul sito 176 visitatori
  Barche a vela (196) , a motore (375)
   
  Ultime imbarcazioni inserite
  Imbarcazioni a vela
  Imbarcazioni a motore
  Comprare o vendere una barca
  Divise per cantieri
  Inserire un'imbarcazione
  Check List
  Directory Nautica
  Biografie
  Storia, geografia e fantasia
  L'Arte di navigare
  Sulle imbarcazioni
  Normative
  Meteo
  Archivio fotografico
  Video imbarcazioni
  Archivio vela
  Archivio motore
  Recensioni
  Tools
  Disclaimer
 
  Biografie
   
   
 

Author Alessio Floris


About:
Vendere o comprare barche d'occasione è come andare per mare: tutto deve essere chiaro e ben visibile. Più di venticinque anni di esperienza nel settore della vendita imbarcazioni mi hanno confermato che solo la trasparenza può garantire la felice conclusione di una compravendita.
  Alessio FlorisMi occupo di vendita imbarcazioni con passione e chiarezza, una chiacchierata e un parere possono essere d'aiuto subito e allo stesso tempo mettere le basi di una futura collaborazione. Mi sono occupato in questi anni di tutti gli aspetti della vendita imbarcazioni raggiungendo un conoscenza completa del settore, sia si tratti di imbarcazioni a vela che di imbarcazioni a motore.
  Un consiglio: prova la vita di bordo prima di comprare una barca puoi  se vuoi noleggiarla insieme alla tua famiglia o ai tuoi amici.
Home page del sito AFYACHT Vendita imbarcazioni da diporto usate Imbarcazioni a motore usate Imbarcazioni a vela usate Inserisci la tua imbarcazione Contatta AFYACHT

 

Anne Bonnie

Anne Bonny, irlandese di nascita e figlia illegittima, fu allevata sotto mentite spoglie da suo padre che in quel periodo la presentava come il figlio di un parente. Al seguito del padre emigrò in Sud Carolina, a Charleston dove le sorti della famiglia mutarono in positivo e il padre raggiunse una buona posizione economica come mercante e proprietario terriero.
Anne Bonny crebbe sviluppando un carattere fiero e, prima ancora di abbandonare la vita borghese cui sembrava destinata, mostrava sorprendenti doti di coraggio come in occasione di un tentativo di violenza carnale da parte di un giovane cui lei reagì rendendolo "inabile per un tempo considerevole". Successivamente abbandonò il padre e sposò un marinaio.
Trasferitasi con il marito nei Caraibi assunse nuovamente abiti maschili e si unì alla banda dei pirati di Mary Read e Calico Jack Rackam al quale si unì in una relazione.
A bordo del vascello pirata Anne Bonny svolgeva compiti pericolosi al pari e più degli altri pirati; in particolare era addetta al trasporto delle cariche esplosive.
Nel 1720 un vascello militare catturò tutto l'equipaggio mentre tre soli pirati difendevano il ponte della nave. Tra questi Mary Read ed Anne Bonny che in quel momento era incinta. Anne Bonny pote' evitare il patibolo solo per il periodo della sua gravidanza e venne giustiziata nel 1721.

Alla fine del processo, questa fu la sentenza emessa:

"You, Mary Read, and Ann Bonny, alias Bonn, are to go from hence to the place from whence you came, and from thence to the place of execution; where you shall be severally hanged by the neck till you are severally dead. And God of his infinite mercy be merciful to both your souls"

 (Voi, Mary Read e Anne Bonny, alias Bonn, andrete da qui al posto donde venite, e di là al posto dell’esecuzione; qui verrete in seguito impiccate per il collo fino a che sarete morte. E Dio nella sua infinita bontà abbia pietà della vostra anima).


Mary ed Anne, al pari dei loro ex-compagni, furono dunque condannate a morte, ma, così come avevano fatto per tutta la loro vita, riuscirono a cavarsela diversamente: dichiararono di essere entrambe incinte (e in effetti lo erano), e siccome la legge inglese non permetteva la condanna a morte nel caso di donne in stato interessante (perché si doveva salvaguardare la piccola vita che portavano in grembo), la pena fu temporaneamente sospesa fino a dopo il parto.
E’ certo il punto che non furono impiccate, perché non si sono ritrovati documenti comprovanti la loro esecuzione; è incerto però quanto fu di loro in seguito: pare che Mary morì in prigione dopo il processo a causa di una violenta febbre, ma c’e’ chi sostiene che in realtà la donna si finse morta e poté evadere di prigione grazie ad un travestimento.
Quanto ad Anne, si racconta che il padre, commosso per le vicende della figlia, sia intervenuto corrompendo i carcerieri e facendola così evadere; in seguito, Anne visse una vita tranquilla in un’isoletta dei Caraibi.
La sua fuga secondo alcuni si dovrebbe invece a Sir Nicholas Lawes, il giudice del Tribunale che l’aveva condannata, e che si era perdutamente innamorato di lei.
Queste voci, comunque, indipendentemente dall’artefice della liberazione, sembrano concordare sul fatto che Anne Bonny “fuggì” e chissà quindi che non sia effettivamente questa la verità e che la stessa, come sostengono alcuni, visse il resto della vita in Inghilterra, aprendo una taverna dove intratteneva gli abitanti del posto con i racconti delle sue imprese e avventure.

tratto da http://it.wikipedia.org/wiki/Anne_Bonny

 

                         

   
   
Home Email Disclaimer
Copyright © 2007 AFYACHT All rights reserved.