Cerca un cantiere o un modello
      
  Sono presenti sul sito 150 visitatori
  Barche a vela (196) , a motore (375)
   
  Ultime imbarcazioni inserite
  Imbarcazioni a vela
  Imbarcazioni a motore
  Comprare o vendere una barca
  Divise per cantieri
  Inserire un'imbarcazione
  Check List
  Directory Nautica
  Biografie
  Storia, geografia e fantasia
  L'Arte di navigare
  Sulle imbarcazioni
  Normative
  Meteo
  Archivio fotografico
  Video imbarcazioni
  Archivio vela
  Archivio motore
  Recensioni
  Tools
  Disclaimer
 
  Biografie
   
   
 

Author Alessio Floris


  Alessio Floris
 

Home page del sito AFYACHT Vendita imbarcazioni da diporto usate Imbarcazioni a motore usate Imbarcazioni a vela usate Inserisci la tua imbarcazione Contatta AFYACHT

Angelo D'Arrigo

Angelo D'Arrigo Il Video Vai al video di Angelo D'Arrigo

Biografia tratta dal sito ufficiale: http://www.angelodarrigo.com/
Pictures provided & copyrighted by Angelo D’Arrigo’s Official Website


Nel corso della sua carriera agonistica ai vertici internazionali del volo sportivo, Angelo d'Arrigo ha avuto modo di volare in giro per il mondo. Durante i suoi viaggi attraverso i vari continenti, Angelo ha sorvolato mari, deserti, vulcani e catene montuose, insieme ad aquile e rapaci di ogni specie.
Laureato all'Universita dello Sport di Parigi, ma innamorato della montagna, Angelo d'Arrigo esce dalla sua metropoli per cimentarsi negli sport estremi.
Con i suoi titoli di istruttore di volo, di maestro di sci e di guida alpina, riesce a vivere delle sue passioni legate agli sport "Plein Air".
Progetta e realizza delle "Prime" sulle Alpi nelle sue tre specialita: Sci Estremo, Volo Libero e Alpinismo.
Dal Monte Bianco al Cervino, dall'Aiguille Verte all'Aiguille du Midi, Angelo riesce ad esprimere il suo stile di vita con successo.
Realizzando dei documentari amatoriali sulle sue "imprese"che divulga nelle scuole e nei centri culturali della capitale francese, Angelo ha contribuito allo sviluppo e alla popolarizzazione degli sport estremi, dove l'individuo e la natura sono gli assoluti protagonisti.
Denominato, allora in Francia, "Le Funambulle de l'Extreme", Angelo progetta di operare anche fuori Europa: l'Himalaya e le Ande.
In occasione di un reportage per una rete nazionale francese, Angelo vola per la prima volta dal vulcano piu alto d'Europa in piena eruzione: l'Etna.
Attratto dal contrasto degli elementi di questo paesaggio Siciliano, al quale sono legate le sue origini, Angelo decide di istallarsi sulle falde del vulcano e crea una scuola di volo libero: l'ETNA FLY.
Ambientato in un quadro unico e spettacolare, dove i quattro elementi ARIA ACQUA TERRA e FUOCO si mescolano, questo centro di addestramento al volo libero si e trasformato, oggi, in un centro turistico basato sulla pratica di sport estremi: il No Limits Etna Center.
Dopo anni di agonismo in volo libero e due titoli mondiali con il deltaplano a motore, Angelo decide di allontanarsi dal circuito delle competizioni per potersi dedicare ai voli record ma soprattutto all'emulazione del volo dei rapaci per la ricerca del volo istintivo.
Avvia un progetto intitolato "Metamorphosis" che e uno studio analitico delle tecniche di volo dei piu grandi rapaci dei cinque continenti.
Dalle aquile delle Alpi ai rapaci dell'Himalaya e dagli avvoltoi dell'America Latina a quelli Australiani, Angelo impara ad osservarli e convivere con loro, nel loro elemento e con le loro regole gerarchiche.
Osservare, studiare ed imitare il volo istintivo dei grandi veleggiatori è stato per lui un percorso naturale che gli ha permesso di perfezionare la sua tecnica di volo.
Angelo ha voluto dedicare questo suo bagaglio di esperienze al servizio della scienza. Questa sua ricerca lo ha portato a compiere delle imprese uniche che hanno suscitato un forte interesse mediatico a livello mondiale.
E' stato il primo uomo a percorrere in volo libero, senza ausilio di motore, il Sahara, ad attraversare la Siberia e ultimamente a sorvolare la montagna più alta della terra: l'Everest.
Un'incredibile esperienza umana, in luoghi ostili e spesso inesplorati che lo hanno visto protagonista di eventi straordinari dai quali sono stati tratti diversi documentari.
Questo misto di sport, avventura, scienza e tecnologia hanno reso possibile il sogno dell'uomo che, dai tempi di Icaro fino a quelli di Leonardo da Vinci, ha sempre sognato di volare come gli uccelli.

La notizia dal quotidiano La Sicilia:

Angelo d' Arrigo, 45 anni, il deltaplanista catanese recordman di traversate internazionali è morto precipitando con un velivolo durante una dimostrazione a Comiso.
Con lui era un ufficiale dell'aeronautica in pensione, il generale Giulio De Marchis. L' incidente è avvenuto vicino all' aviosuperfice di Comiso. Il velivolo era un piccolo aereo da turismo, alla cui guida era il generale Giulio (e non Agostino come si era appreso in un primo momento) De Marchis, che all' improvviso per cause ancora non chiare è precipitato.
Testimoni oculari hanno riferito agli investigatori di non avere visto il velivolo esplodere in aria ma all'improvviso precipitare di punta. Inutili si sono rivelati i soccorsi che sono stati immediatamente prestati. Sul posto si stanno recando il procuratore della Repubblica di Ragusa, Agostino Fera, per coordinare le indagini avviate della polizia. L'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un' inchiesta.
L' incidente è avvenuto poco dopo le 11.30 nelle campagne di Comiso, vicino all'ex base militare. L'aereo, un biposto Sky Arrow, caduto in un uliveto, partecipava a una manifestazione dimostrativa di volo Secondo quanto riferito a fonti investigative, testimoni oculari avrebbero visto dopo il decollo l'aereo virare e poi precipitare da un altezza di circa 200 metri. D'Arrigo e De Marchis sono morti sul colpo.

Una petizione per intitolare l'aeroporto di Catania a Angelo D'Arrigo"

Il sito ufficiale di Angelo D'Arrigo, sta avanzando la proposta di intitolare proprio a lui il nome dell'aeroporto di Catania.
Per contribuire alla divulgazione di questa notizie è partito un giro di e mail che sta mobilitando milioni di persone con un passaparola internazionale.
Affinché la proposta venga accettata, è necessario inviare un messaggio email con la scritta

                                                                                   EMAIL

Aeroporto di Catania "Angelo D'Arrigo"
ai seguenti indirizzi di posta elettronica
ENAC Catania :aero.catania@enac.rupa.it
SAC Catania: info@aeroporto.catania.it
Comune di Catania:ufficio.stampa@comune.catania.it
Ministero dei Trasporti: urplp@infrastrutturetrasporti.it
e per conoscenza (Cc): aeroporto@omnilog.info

 potete copiare li seguenti indirizzi:
aero.catania@enac.rupa.it; info@aeroporto.catania.it; ufficio.stampa@comune.catania.it; urplp@infrastrutturetrasporti.it; aeroporto@omnilog.info
 




 

                         

   
   
Home Email Disclaimer
Copyright © 2007 AFYACHT All rights reserved.